Ambiente, Filomena Greco: «La battaglia contro l’ampliamento della discarica di Scala Coeli deve continuare»

COMUNICATO STAMPA

 

Ambiente, Filomena Greco: «La battaglia contro l’ampliamento della discarica di Scala Coeli deve continuare»

La candidata a sindaco de l’Alternativa raccoglie l’appello del Circolo Legambiente Nicà e rilancia: «L’invito per Cariati alla conferenza dei servizi testimonia nostro forte impegno per ambiente, territorio e salute dei cittadini»

Cariati, mercoledì 23 maggio 2018

«Voglio ringraziare il circolo Legambiente Nicà di Scala Coeli per aver lanciato l’appello a tutti i candidati a sindaco dei Comuni di Cariati, Terravecchia e Mandatoriccio affinché mettano al centro della campagna elettorale la difesa dell’ambiente e il rilancio del territorio». Sono le parole di Filomena Greco, sindaco uscente di Cariati, che correrà con l’Alternativa alle Amministrative 2018 nella stessa città per la carica di primo cittadino.

«L’impegno per tutelare ogni aspetto che riguarda ambiente e territorio non può essere solo una scelta, per chi oggi si propone come amministratore locale, ma deve essere quasi un assillo – continua ancora Filomena Greco – . La salute degli abitanti e la prosperità dell’economia in Calabria dipenderanno moltissimo dalla capacità che le istituzioni avranno di salvaguardare il meglio che abbiamo: le risorse naturali».

«Noi, come amministrazione, – spiega – ci siamo battuti con ogni mezzo su questo fronte. E abbiamo lavorato cercando di non tralasciare nessuna strada. Abbiamo avviato la raccolta differenziata, che ci ha dato ottimi risultati. E poi abbiamo espresso parere negativo per l’ampliamento della discarica di Scala Coeli. Abbiamo partecipato ad incontri con i sindaci, associazioni, cittadini sul territorio e tutti abbiamo sollecitato la Regione, con incontro con l’assessore regionale all’Ambiente Rizzo, affinché desse parere negativo. E la possibilità che è stata data ora a Cariati di partecipare alla conferenza dei servizi è frutto proprio di questo continuo e assiduo lavoro fatto».

«Ci auguriamo – conclude – che il senso di responsabilità verso la tutela della Terra e della salute di tutti non sia per nessuno un optional. E che pure chi in passato, quando ricopriva incarichi importanti, non ha fatto nulla per frenare procedure di autorizzazione che di certo non andavano nella direzione della sostenibilità e della tutela dell’ambiente, prenda ora apertamente e fortemente questo impegno, anche se negli scorsi anni non si è speso in alcun modo per dare il via alla raccolta differenziata nel nostro Comune.

Da parte nostra, comunque, continueremo con determinazione sulla strada intrapresa. E come i cittadini sanno, perché ci hanno già visto all’opera, non si tratta di promesse, ma di veri e propri impegni che continueremo a portare a termine».